L’intervento, subentrato nel progetto come variante, è essenzialmente un setto rigido terminale che in continuità con il manufatto in acciaio inox (paratoia) completa l’opera a mare; setto realizzato con palancole in Azobè adeguatamente preparate ad incastro maschio-femmina e con punta sagomata.

Le palancole utilizzate per questo intervento sono di spessore 6 cm e lunghezza 8 mt coronate da travi superiori di irrigidimento di sezione 100 x 150 (mm x mm) e lunghezza variabile tra 3000 e 5000 mm.

In questo caso specifico si è voluto realizzare un opera di difesa utilizzando legno esotico duro (Azobè) rispondente alle caratteristiche fisiche richieste dalla normativa tedesca DIN 68-364 ed europea EN 350.

La scelta di questo tipo di intervento è stata dettata dalla necessità di coniugare le esigenze di carattere paesaggistico-naturalistico con quelle strutturali determinate dalla spinta del moto ondoso.

Per i fissaggi della struttura legnosa si è scelto di utilizzare bulloneria e viteria d’acciao inox A2 per garantire la durabilità nel tempo.

Completano l’opera una passerella pedonale, composta da 6 moduli di lunghezza 13.00 mt. e larghezza 1.00 mt, sovrastante le palancole e le paratoie. La passerella è di tipo modulare con telaio portante in acciaio e copertura con legno esotico Yellow Balau, completa di parapetto in legno.